Il Portale di Guidonia Montecelio e Dintorni
Home | Contatti | Chi siamo | Guestbook | Posta interna | Newsletter | Link |
Home » Elezioni a Guidonia Montecelio



VEDI LA PAGINA DI FILIPPO LIPPIELLO RELATIVA ALLE ELEZIONI COMUNALI 2009


FILIPPO LIPPIELLO

Quarantenne sposato con due figlie, Filippo Lippiello noto imprenditore nel settore estrattivo (travertino romano) è il candidato a Sindaco del Centro Sinistra.

Programma elettorale

 
Ristorante a Guidonia (Roma). Da noi potrete gustare un'ottima cucina tradizionale,e  riscoprire sapori ultimamente un po perduti. La scelta prevede carni nazionali ed internazionali, arrosticini abruzzesi, paella e sangria, salumi di cacciagione e degli ottimi vini selezionati. A disposizione dei nostri clienti Pay TV e sala esterna.
Filippo LippielloIl Parco Archeologico Naturalistico dell’Inviolata, fù istituito con L.R. il 20 giugno 1996.
A tutt’oggi la Regione Lazio non ha nominato l’Ente Gestore rendendone, di fatto, impossibile la realizzazione non solo del parco ma di qualsivoglia iniziativa.
Se a questo si aggiunge che l’area dove insiste il parco è privata si capisce benissimo che Guidonia Montecelio ha un “parco” soltanto sulla carta.
Prima cosa da fare, dunque , sollecitare la Regione Lazio affinché proceda quantomeno con la nomina dell’Ente Gestore per la parte di sua competenza.

Attività Produttive: sono ben 25 anni che la Regione Lazio avrebbe dovuto redigere il Piano Regionale delle attività estrattive che, vista la concentrazione di cave di travertino e di calcare presenti sul territorio, è di grande interesse per Guidonia.
E’ auspicabile la revisione della Legge Regionale 36/2001 relativa ai distretti industriali (Guidonia ospita quello della filiera produttiva del travertino) poiché, come conferma anche Confindustria, è prioritario creare un sistema distrettuale omogeneo attraverso un finanziamento per infrastrutturazioni piuttosto che i soliti finanziamenti a pioggia.
Attivazione delle procedure previste dalla normativa per lo Sportello Unico, promozione di progetti atti alla valorizzazione dei laboratori di arti e mestieri tradizionali del territorio. P.I.P. e marketing territoriale.


Finanza: riteniamo che la gestione finanziaria che ha portato alla bocciatura della revisione del bilancio della Giunta del Centro-Destra sia un modello da abbandonare, proponendo l’istituzione di un ufficio apposito che risponda ai bandi comunitari e regionali per il finanziamento delle opere pubbliche nonché razionalizzando i contratti con le ditte private di gestione della cosa pubblica.
Sarebbe auspicabile in futuro intervenire proponendo convenzioni per avere servizi da quelle imprese che esercitano sul territorio e hanno uno spirito solidale con la popolazione residente.

Sicurezza e Polizia Municipale: la città ha la necessità di implementare il servizio di controllo del territorio da parte delle forze di polizia attraverso la creazione di nuove stazioni (anche mobili).
E’ necessaria una rivisitazione dell’utilizzo della Polizia Municipale, dedicandola a quelle attività che sono prioritarie per la cittadinanza, coadiuvando la loro azione attraverso il volontariato della terza età.

Discarica: la vicenda della discarica è sintomatica del concetto delle situazioni di emergenza senza soluzioni di tempo.
Ebbene la discarica è di fatto incompatibile dal 1996, in quanto inserita in un’area protetta, quella del Parco dell’Inviolata.
Il Piano Rifiuti Regionale prevede, ancora oggi, la prosecuzione dell’attività di smaltimento per circa 40 Comuni dell’area e non individua un sito alternativo per permettere la chiusura della stessa.
E’ quindi auspicabile che la nuova Giunta Regionale, di concerto con l’Amministrazione Comunale, preveda al più presto la definitiva chiusura della discarica e la relativa bonifica e, comunque, nelle more, l’incentivazione dell’applicazione di quanto previsto nel Decreto Ronchi (raccolta differenziata, riutilizzo dei rifiuti, sperimentazione).


Sanità: visto che sul territorio comunale non insistono unità di pronto soccorso e/o primo soccorso e tanto meno un ospedale. Si rende necessario un intervento immediato presso la Regione Lazio per portare unità di 118 e di primo soccorso in ogni circoscrizione, al fine di sopperire alle carenze di assistenza sanitaria. Vista la presenza a Guidonia dell’aeroporto, vista la situazione di difficile mobilità, si potrebbe allestire un eliambulanza che permetterebbe di certo di salvare molte vite umane. Allo stesso modo sarebbe augurabile una razionalizzazione delle convenzioni con centri privati integrata con il servizio pubblico, al fine di consentire ai cittadini un accesso al servizio sanitario nazionale di qualità ed in tempi congrui.


Decentramento Amministrativo: le deleghe alle circoscrizioni, promesse da tutti e mai applicate, devono vedere nei cinque anni di governo del Centro-Sinistra un primo passo concreto verso un decentramento operativo (monitoraggio e controllo delle piccole manutenzioni ordinarie riguardanti asfalto stradale e illuminazione).

Scuola, Cultura e Sport: è nota la deficienza infrastrutturale dei plessi scolastici che vanno decisamente migliorati e implementati. Per quanto riguarda le attività culturali è indispensabile condividere con le associazioni culturali, una serie di attività tematiche da svolgere sul territorio.
Viste le peculiarità del territorio (aeroporto, cave, parco naturalistico archeologico), và promosso l’insediamento di facoltà universitarie connesse.
Bisogna promuovere nuove strutture sportive che possano accogliere le richieste dei giovani, mettendo inoltre a sistema le strutture comunali esistenti in collaborazione con le associazioni e società sportive.


Lavori Pubblici e Mobilità: è necessario che si istituisca un tavolo di concertazione tra le amministrazioni locali del sistema territoriale dell’asse nord-est di Roma e la Regione Lazio, per definire un piano di opere pubbliche che consenta uno sviluppo coerente alle intenzioni programmatiche delle singole amministrazioni.
E’ improcrastinabile l’intervento coordinato ferro-gomma per addivenire a soluzioni possibili e rapide al pendolarismo, da e verso Roma.

Servizi Sociali: è ben nota la carenza che nel Comune di Guidonia c’è di servizi sociali, questo in special modo perchè ancora non è stato redatto un piano regolatore dei servizi sociali che contempli armonicamente le esigenze dei soggetti più svantaggiati, valorizzando le realtà associative volontaristiche e le parrocchie che insistono sul territorio.
La carenza di asili nido e delle scuole della prima infanzia è di fatto una penalizzazione per l’inserimento nel mondo del lavoro delle giovani coppie, in special modo per le madri, nonché per un ritardato inserimento nel contesto sociale-relazionale dei bambini nella prima infanzia.

Riorganizzazione degli Uffici Comunali: bisogna ripartire il personale nei vari uffici comunali a seconda delle proprie caratteristiche e qualità, dotando tutti gli uffici di un dirigente responsabile per almeno la gestione di un intero PEG.
Vanno promosse tutte quelle attività di formazione e riqualificazione del personale atte alla valorizzazione delle risorse umane.

   
Copyright montecelio.net - Ideato e Realizzato da Nello Graziani