Home | Contatti | Chi siamo | Guestbook | Posta interna | Newsletter | Link |
Home ╗ Il Paese ╗Monumenti La Rocca




LA ROCCA

Le mura di cinta originarie sono larghe circa due metri , a loro furono addossati nel XIV sec. Il torrione pentagonale a guardia dell'ingresso sul lato est e, dalla parte opposta , una rampa che immetteva nel castello da un'entrata secondaria. L'ingresso principale, situato in una rientranza delle mura, furono più sicuro per mezzo di due sbozzamenti costruiti in età rinascimentale ( fine 400 ). In questo periodo, sotto gli Orsini, si cercò di adeguare il vecchio castello alle esigenze della moderna tattica, basata sulle armi. Venne raddoppiato l'intero circuito murario con uno spesso bastiano a "scarpa" largo alla base oltre tre metri, che ora è parzialmente crollato. Nel rivestimento, a pianta regolarmente esagonale, era diviso in due piani (solaio ligneo) poggiato su sporgenze murarie. Probabilmente nell'interno si entrava dal piano superiore e l'attuale porta è stata aperta successivamente. Sulla spianata si trovano i resti del palazzo che includono edifici preesistenti. Al nord si eleva un lungo muro, non si sa di quale età sul quale venne elevato un ambiente coperto da due volte a crociera che a partire dal 427 venne utilizzato un oratorio. Nel 1579 l'edificio stava già crollando. Il palazzo include anche un piccolo tempio di epoca imperiale, costruito tra il l° e il ll° secolo dopo Cristo. Sorge sul posto del tempio più antico che doveva essere collegato con il centro arcaico. Il tempietto si elevava su un pavimento di travertino ornato di ricche cornici aveva quattro colonne sull'ingresso nel XII° secolo, il tempietto fu trasformato in cappella del castello con un abside sul lato di fondo che venne parzialmente distrutto collegato al catino mediante un arco trionfale. Della costruzione centrale rimangono piccole parti nel lato occidentale. L'altra muraglia appartiene al rifoderamento rinascimentale per evitare il crollo delle antiche strutture. Il maschio aveva una altezza superiore ai 12 m. attualmente conservati. Solo nel 1979, iniziò un restauro conservativo ad opera della Sovrintendenza ai monumenti del Lazio.

Notizie, foto e video relativi alla Rocca di Montecelio:

Vedi il video della diretta di "Buongiorno Regione" del 17 Novembre 2011 sullo stato della Rocca.

Vedi il servizio di Striscia la Notizia sulla Rocca di Montecelio.

Vedi il video e le foto della diretta di "Buongiorno Regione" del 21 Maggio 2010 sul degrado e lo stato di abbandono della Rocca.

Crollo alla rocca di Montecelio tra incuria, abbandono, degrado e infestazioni di parassiti

Montecelio, l’appello del sindaco Rubeis al ministro Bondi: "Caro Sandro, aiutaci a salvare l’antica Rocca"

Il Faro Montecelio denuncia l'ennesimo crollo alla Rocca medievale

Copyright montecelio.net - Ideato e Realizzato da Nello Graziani